http://www.storiaememorialab.com/ | Viaggio a Cracovia e Auschwitz
17218
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-17218,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Viaggio a Cracovia e Auschwitz

Viaggio a Cracovia e Auschwitz

14-19 luglio 2017

a cura di Are Ere Ire – Cibo per giovani menti e Istoreco-CultureLabs

Scarica il Programma partecipanti

Scarica il Quaderno di viaggio

 

Le fotografie di Stefania

 

Le fotografie di Riccardo

Le fotografie di Giuseppina, Marisa, Bruno e Stefano

BREVI RIFLESSIONI IN ORDINE “SPARSO” SUL VIAGGIO IN TERRA POLACCA di Daniele

Da buon pessimista credo che la storia sia maestra ma gli scolari alquanto scarsi nell’apprendere i suoi insegnamenti. La shoah costituisce un unicum ma purtroppo alcuni  modus operandi si sono riproposti nel corso della storia: penso, per esempio, alla vicenda della Madres de Plaza de Mayo Vera Vigevani Jerach, scappata perché ebrea dall’Europa nazi-fascista: un nonno sulla cui tomba non può piangere perché ucciso ad Auschwitz, una figlia sulla cui tomba non può piangere perché desaparecida. I militari autori del golpe in Argentina nel 1976 letteralmente rubavano i figli alle donne incarcerate.

Ripenso ai miei 20 anni durante i quali sull’altra sponda dell’adriatico venivano commessi atrocità indicibili: un nome su tutti Srebrenica mi risuona nella mente. Ho cercato di capire in questi anni come sia potuto succedere e perché nulla si sia fatto per impedire tali drammi poi la mente va alla Siria in guerra da quanto? 6 anni! E noi spettatori inermi. La domanda che si ripropone è: che fare?  Ripropongo l’invito fattoci dalla nostra guida Michele: il viaggio ad Auschwitz serve per l’oggi, per guardarci intorno e riflettere sull’eterna questione dei diritti umani calpestati quando s’introduce nel nostro ordinamento il reato di “clandestinità”, relativo ad una condizione e non ad un crimine compiuto. Restiamo umani concludeva le sue corrispondenze Vittorio Arrigoni, questo è l’invito che più modestamente mi sento di riproporre.

Category
Viaggi
Tags
Are Ere Ire, Istoreco, Viaggi della Memoria, Viaggio a Cracovia e Auschwitz
No Comments

Post A Comment