http://www.storiaememorialab.com/ | Immaginario scientifico
17553
portfolio_page-template-default,single,single-portfolio_page,postid-17553,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-theme-ver-9.5,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Immaginario scientifico

Situato nella splendida baia di Grignano, a ridosso del Parco di Miramare di Trieste, il Science Centre Immaginario Scientifico è un museo della scienza interattivo e sperimentale che ha per scopo la promozione e la diffusione della cultura scientifica e tecnologica. Le attività e le postazioni interattive sono molteplici e sono state progettate per coinvolgere qualsiasi tipologia di scuola e di fascia d’età, dal Liceo alla scuola dell’infanzia.

L’Immaginario Scientifico di Trieste è un modello di museo della scienza moderno, di origine anglosassone, pensato per coinvolgere il pubblico, invitandolo a provare ed a sperimentare in prima persona. Il museo nacque nel 1985 a seguito di una mostra, per poi diventare sede fissa dell’Immaginario Scientifico nel 1999.

Durante la visita viene proposta la visione di un video riguardante le grandi menti del passato e le loro fondamentali invenzioni.

Qui di seguito sono illustrate alcune delle postazioni interattive più interessanti.

Questa esperienza è basata su due lenti paraboliche a specchio che sono usate per provocare l’accensione del fiammifero. La lampadina si trova nel fuoco di uno specchio parabolico. Una parte dei raggi di luce emessi dalla lampadina raggiunge lo specchio e viene riflessa propagandosi fino a raggiungere l’altro specchio dove, i raggi vengono convogliati nel fuoco del secondo specchio parabolico, accendendo il fiammifero.

Il vortice d’acqua si ottiene girando una manovella che agisce sulla ruota a pale che si trova alla base della vasca; questa mette in rotazione il liquido che creando una depressione, dà origine al vortice d’acqua.

La campana vibrante è una campana rovesciata riempita d’acqua, che viene fatta vibrare attraverso lo sfregamento delle mani inumidite sulle maniglie. Questo sfregamento crea una vibrazione molto forte, percepibile fino a diversi metri dalla campana, trasmettendosi anche sulla superficie dell’acqua sotto forma di onde.

Il tornado è una colonna d’aria in rotazione che in questo esperimento si forma grazie all’aria che esce dalle quattro colonne e dall’alto. Il vapore che fuoriesce dai fori sulla base ci permette invece di constatarne l’effetto.

No Comments

Post A Comment